Formaggeria

Formaggeria 500 Food Boutique

500 FOOD BOUTIQUE propone a tutti i suoi clienti un’ampia selezione di formaggi di altissima qualità e garantiti, grazie al riconoscimento come eccellenze italiane DOC nel mondo. Di seguito vi riporteremo la lista dei formaggi divisa e catalogati in questo modo

  • pasta dura 
  • pasta filata  
  • pasta molle

La regolamentazione alimentare definisce il formaggio o il cacio quel prodotto che viene ricavato naturalmente dal latte, in seguito ad una coagulazione acida ricavata grazie all’utilizzo di fermenti e dal sale da cucina. La coagulazione è l’intero processo sulla quale è basata la produzione del formaggio. La coagulazione per eccellenza è quella caseina, comunemente conosciuta con il termine cagliata, che prende in sé importanti Sali minerali come calcio e fosforo. Il processo della produzione del formaggio continua andando a separare il caglio dal siero, una sostanza ricca di proteine animali, zucchero e sali minerali efficace per il mantenimento del prodotto stesso. Nel processo avviene quello che si definisce in gergo: rottura della cagliata; che ha il solo intento di agevolare il distacco tra cagliata e siero. Ogni rottura presenta un tipo di rottura che andrà poi a determinare il tipo di formaggio.

A seconda della grandezza dei pezzi che si verranno a creare con questa rottura si otterranno tipologie di formaggi. Ad esempio, più i pezzi saranno piccoli e maggiore sarà la quantità di siero che verrà eliminato quindi il prodotto risulterà più duro ed asciutto. Inoltre è possibile ottenere paste più dure, andando a scaldare la cagliata, creando così quei formaggi che a pasta cotta o semicotta. Il calore è un agente facilitante della separazione del siero dal coagulo. Una volta effettuato questo passaggio la cagliata viene semplicemente messa a riposare all’interno delle forme e, all’occorrenza, salata e stagionata quanto desiderato. Andiamo a vedere nel dettaglio i tipi di formaggi che esistono a seconda del tipo di pasta.

FORMAGGI A PASTA DURA

PARMIGIANO REGGIANO

L’indiscusso Re dei formaggi, il parmigiano Reggiano è un prodotto derivante dal latte vaccino parzialmente scremato. Si parla di un formaggio DOP a pasta cotta, che presenta diversi tipi di stagionature. È possibile stagionarlo da 12 a 36 mesi. Per poter produrre una classica forma servono oltre 500 litri di latte.

PECORINO ROMANO

Formaggio DOP a pasta dura cotta, questo tipo di formaggio e possibile trovarlo, oltre nel territorio laziale da dove deriva, anche in Sardegna. Dopo il suo più classico periodo di stagionatura che è di circa 8/10 mesi il pecorino è pronto per essere gustato. La sua pasta al colore è bianca e compatta con un gusto molto saporito e piccante. 

GRANA PADANO

Uno dei formaggi più consumati nel nostro paese, questo fantastico prodotto è un derivato del latte vaccino. A pasta dura e cotta, è un formaggio definito semigrasso a lenta maturazione prodotto nella parte settentrionale d’Italia. È un formaggio DOP che presenta una grande peculiarità, quella della sua lunga conservazione. 

FIORE SARDO

Questo formaggio DOP è il formaggio per eccellenza dell’isola Sarda. Prodotto con latte di razza Ovina autoctona del territorio questo formaggio a pasta dura, viene lavorato con metodi tradizionali. Per far sì che questo prodotto prenda vita nel miglior modo possibile viene passato rapidamente in acqua calda favorendo così l’ispessimento della crosta. Dal sapore forte e deciso questo formaggio rappresenta il fiore all’occhiello dei prodotti sardi. 

FORMAGGI A PASTA FILATA

CACIOCAVALLO SILANO

Questo formaggio DOP tipico dell’Italia del sud è prodotto con latte vaccino. Prodotto molto pregiato esiste la variante eccelsa che è quella prodotta solo con latte di vacche podoliche. La sua forma a fuso appuntito con un rigonfiamento caratterizza questo formaggio dalla crosta sottile e giallognola. 

ASIAGO

Formaggio vaccino DOP, prodotto ad Asiago nel Veneto. La sua pasta è dura e semicotta con una forma schiacciata e cilindrica. L’Asiago è un formaggio semigrasso, con una stagionatura che varia dai 3 ai 12 mesi. Sapore forte e deciso questo formaggio presenta una variante denominata “pressata” al palato più delicata e dolce.

PROVOLONE

Formaggio a pasta filata inizialmente prodotto esclusivamente con latte di bufala. La variante moderna, soprattutto nell’Italia settentrionale, è quella lavorata con latte vaccino. I provoloni rimangono una variante di prodotti realizzati in molte parti d’Italia possono con forme diverse e sapori più o meno piccanti a seconda della stagionatura.

SCAMORZA

La scamorza è un formaggio vaccino a pasta filata di forma molto medio-piccola. La sua variante più conosciuta è quella affumicata che viene venduta dopo qualche giorno di stagionatura.

CASCIOTTA

Questo è un formaggio misto DOP, dalla forma cilindrica con un peso che si aggira intorno al chilo. La sua cagliata viene presa a basse temperature e il suo tempo di maturazione è assai breve. La pasta è di colore bianco e il sapore dolce con una nota di latte.

BURRATA

La Burrata è un formaggio fresco di latte vaccino a pasta filata. Per la forma ricorda molto la classica mozzarella ma la sua consistenza è decisamente più morbida e filamentosa. Prodotto tipico di Andria, Puglia, la burrata presenta una forma rotondeggiante unica con una chiusura caratteristica.

STRACCIATELLA DI BUFALA

La stracciatella di bufala è un formaggio preparato con latte bufalino. Realizzato tipicamente nella provincia di Foggia questo formaggio è un must della gastronomia nazionale. Formaggio fresco dal colore bianco

FORMAGGI A PASTA MOLLE

GORGONZOLA

Formaggio molle questo prodotto DOP è prodotto con latte vaccino e ha origini antichissime. La stagionatura un tempo era ottenuta in grotte naturali mentre oggi si impiegano muffe selezionate aggiunte durante il processo di lavorazione. La zona di produzione sono le province della Lombardia. Ne esiste una variante denominata “al cucchiaio” ancora più molle del classico gorgonzola. 

MASCARPONE

Formaggio molle e spalmabile di latte vaccino dal sapore delicato, dolce e cremoso. Questo formaggio si amalgama bene con molti altri prodotti e viene utilizzato anche nelle pasticcerie. 

MOZZARELLA DI BUFALA

La Regina di tutti i latticini. Questo prodotto fantastico della Regione Campana ha una maturazione molto veloce. Dal colore bianco con una crosta invisibile e lucente imbandisce le tavole di tutti gli italiani. Al taglio esalta la sua peculiarità, la fuoriuscita del siero. Il sapore leggermente acidulo e fragrante fa di questo prodotto un caposaldo della cucina mondiale.

ROBIOLA

Formaggio molle e crudo, viene prodotto in molte zone italiane in più modalità. La più famosa è sicuramente quella piemontese, composta da latte di pecora e capra. La robiola si ottiene dopo 8-10 giorni mentre per quelle stagionate basta più o meno un mese. La robiola di Asti vanta il riconoscimento DOP.

FONTINA

Formaggio molle DOP prodotto solo in Valle d’Aosta con la cottura del latte vaccino la fontina si presenta con una forma cilindrica. La sua stagionatura è variabile e oscilla tra i 3 e gli 8 mesi. La crosta è sottile e dal colore marrone la pasta è elastica alle volte spalmabile dal sapore delicato e intenso.

TALEGGIO

Formaggio del nord Italia deve il suo nome dal posto di origine la Val Taleggio. Fino al 1800 era chiamato stracchino oggi si differenzia per le sue caratteristiche a pasta molle e poco filante. La sua stagionatura varia tra gli 1 e i 2 mesi. Il sapore ha note piccanti e burrose.

RICOTTA

La ricotta se pur inserita tra i formaggi in pratica non lo è poiché si ricava solo dal siero restante dalla cagliata ormai privo di caseina. Per estrarre questo prodotto il siero viene riscaldato ad alte temperatura 80 gradi circa.

Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.